Italiano   Deutsch   Portoghese   Russo   Inglese   Spagnolo   Francese    

REGOLE DEI GIOCHI DI BILIARDO

Indice Simulazione della teoria dell'evoluzione (TGECV) Regole comuni dei giochi del biliardo Giochi educativi. Il novo gioco del biliardo Esnuka (Gioco espagnolo) Biliardo Francese (Gioco a tre biglie - carambola) Biliardo Inglese (Snooker) Biliardo Americano (Pool)

 

Problemi genetici nella simulazione dell'evoluzione

GIOCHI DI SIMULAZIONE DELL’EVOLUZIONE CON ALGORITMI GENETICI

Esattamente come le tecniche del biliardo, i trucchi e gli effetti presenti nel gioco d’evoluzione sono eccellenti per comprendere il gioco di forze studiato dalla fisica, anche il gioco d’evoluzione Esnuka è utile per intendere la tecnica dell’evoluzione in base alla Teoria Generale dell'Evoluzione Condizionata della Vita (TGECV ) e alle leggi di Mendel.

L’opzione di simulazione del menù del gioco d’evoluzione Esnuka ci consente di osservare il cambio avvenuto nel potenziale genetico della popolazione per cada generazione che gioca a biliardo, la quale è di 20, 30 o 100 individui, con l’audio disattivato sarà di 100.

Definirò algoritmi genetici le regole tecniche che determinano l’evoluzione dei colori delle biglie che in fondo rappresentano gli stati evolutivi delle stesse. Tuttavia dubito che la natura faccia uso della matematica astratta nella sua evoluzione. Conviene quindi tenere presente che gli algoritmi genetici sono strumenti di rappresentazione delle tecniche e dei trucchi dell’evoluzione secondo quanto sostenuto dalla TGECVed adattati ad un tavolo da biliardo.

Il parametro di livello determina la forma di calcolare i valori corrispondenti al potenziale iniziale dei geni nella simulazione dell’evoluzione. Per i valori 1 e 2 i valori di ogni gene sono aleatori ed indipendenti tra di loro, per i valori 3 e 4 invece sono aleatori ma i geni di ogni individuo hanno lo stesso potenziale iniziale. Questa caratteristica non incide quasi per nulla sulla simulazione dell’evoluzione, nonostante nel secondo presupposto i valori tenderanno ad essere meno estremi in quanto si calcolano di due in due.

Quest’opzione viene mostrata sullo schermo con due circoli diversi o uguali rispettivamente. Nonostante quanto detto, se la funzione di inversione dei colori è attivata, tutti i geni inizieranno con lo stesso identico valore e si rappresenteranno con un solo circolo sullo schermo.

Inoltre il parametro di livello di difficoltà menzionato determina la simulazione dell’evoluzione secondo le norme di gioco Esnuka – I per i valori 1 e 3 o Esnuka – II per i valori 2 e 4, che vengono rappresentati con uno o due tratti verticali sullo schermo.

  Esnuka – l’opzione di simulazione nel gioco del biliardo

In ogni modo se viene scelta l’opzione di modello di simulazione si useranno le tecniche del programa di gioco del biliardo per calcolare aleatoriamente il potenziale iniziale di ogni gene di ogni biglia fra i limiti da 1 a 3, il colore delle biglie dipenderà quindi dalla configurazione dei parametri di verificazione e complementarietà fissati e corrisponderà sempre alla parte sinistra della finestra d’evoluzione.

Ogni volta che si preme un tasto, viene calcolata una nuova generazione secondo i parametri d’evoluzione ed chiaramente anche di quelli di verificazione e complementarietà fissati nel menù di configurazione e mostrati sullo schermo del programma.

 

Forme frattali nell’opzione di simulazione

Forme frattali della simulazione dell’evoluzione

Formas fractales de la simulación de la evolución

In particolare l’esistenza della verificazione esterna fa sí che le figure assomiglino alla punta di una freccia; se oltretutto sussiste anche la complementarietà si deforma la figura precedente in modo da ricordarci, in determinate occasioni, i frattali.

La velocità dell’evoluzione dipende dai parametri dell’evoluzione ed è la stessa con o senza verificazione esterna; nel primo caso si verificherà quindi una sfasatura temporale rispetto al secondo.

Un altro effetto riconoscibile nella simulazione dell’evoluzione è il distanziamento degli individui dalla popolazione quando i parametri di evoluzione endogena sono bassi rispetto a quelli esogeni e viceversa.

Frattale nella simulazione del gioco

Evoluzione con forma di frattale

Per studiare il comportamento dell’evoluzione a lungo termine si possono fissare dei parametri d’evoluzione endogena ed esogena bassi, equivale a non cambiare i parametri ed ad aumentare le dimensioni della finestra dell’evoluzione e quindi la distanza fra due colori.

Le differenze fra colori consecutivi sono sempre costanti ed i parametri d’evoluzione endogena ed esogena si esprimono in percentuale.

A titolo di spiegazione tecnica aggiuntiva, bisogna segnalare che i colori sono sempre normalizzati su scala da 1 a 20. Il potenziale rappresentato dai colori coincide nel caso dei geni, caratteri ed individui eccetto il caso di individui con due caratteri complementari. Ad esempio, il potenziale frutto di due caratteri complementari può essere, in base alla teoria presentata, il prodotto dei loro potenziali rispettivi per il caso di complementarietà perfetto, in quanto è necessaria le normalizzazione per la rappresentazione; cioè, se il potenziale dei due caratteri fosse di 10 il potenziale dell’individuo sarebbe 10 * 10 = 100, per normalizzare la categoria di 1 – 400 a 1 – 20 dobbiamo dividere per 20 e quindi la palla apparirà con un valore di 100 / 20 = 5 (colonna 5).

*   *   *